Come pulire il balcone? Basta poco per pavimenti lucidi!

104829
pulire-pavimenti-balcone

Giardini, terrazze, balconi, cortili: gli esterni delle nostre case sono luoghi dove passare momenti di svago o relax.

La pavimentazione di questi luoghi è importante e dona un carattere di completezza e ordine.

Il vero problema è però la pulizia di questi pavimenti che può risultare difficile: i pavimenti da esterni sono infatti esposti agli agenti atmosferici e alle intemperie.

Per questo, si sporcano con più facilità e più frequentemente rispetto ai pavimenti interni, anche se spesso sono fatti di materiali appositi che ci gli donano una maggiore resistenza.

Scopriamo insieme quali sono i migliori rimedi naturali per la pulizia e il lavaggio dei pavimenti da esterni, tenendo conto del materiale di cui sono fatti.

Attenzione: prima di procedere all’applicazione dei rimedi naturali proposti, assicuratevi di aver letto le indicazioni di produzione dei vostri pavimenti e di conoscerne eventuali peculiarità per evitare di danneggiarli.

Pavimenti in cotto

Il cotto è un materiale molto utilizzato nella pavimentazione da esterni, essendo resistente ed esteticamente molto adatto a patii, terrazze o cortili.

La sua resistenza, però, non lo rende immune dall’accumulo di sporcizia o polvere che rendono indispensabile una cura periodica di questo materiale.

Il miglior rimedio naturale per lavarlo consiste nel versare due bicchieri di aceto bianco in un secchio d’acqua e aggiungere qualche scaglia di sapone di Marsiglia.

Utilizzate il composto per lavare il cotto con l’aiuto di un panno in microfibra.

Le proprietà sgrassanti dell’aceto bianco, unite a quelle lucidanti del sapone di Marsiglia renderanno il vostro pavimento in cotto come nuovo!

N.B: per il lavaggio del cotto evitate l’utilizzo di alcol e ammoniaca che possono danneggiarlo irreparabilmente.

Pavimenti in ciottoli

I pavimenti in ciottoli sono tra i preferiti per l’arredo di giardini e cortili, proprio per la bassa manutenzione di cui hanno bisogno.

Per la loro pulizia potete utilizzare una scopa dalle setole rigide che possa eliminare gli accumuli di sporco tra un ciottolo e l’altro.

Per il lavaggio vero e proprio, che va fatto comunque più raramente rispetto agli altri tipi di pavimentazione, potete mescolare quattro cucchiaini di bicarbonato di sodio a due litri d’acqua.

Utilizzate il composto versandolo sui ciottoli e lavandoli con un panno in microfibra.

Grazie all’azione pulente del bicarbonato di sodio, la patina di sporco superficiale verrà eliminata e i ciottoli manterranno il loro originario colore.

Pavimenti in legno

I pavimenti in legno, che siano da interni o da esterni, donano sempre la loro parte di eleganza a una casa!

Solitamente i legni scelti per gli esterni sono più resistenti di quelli utilizzati per il parquet interno.

Di conseguenza, non dovete temere che si rovinino per un normale temporale o un acquazzone.

Innanzitutto, ricordate che prima ancora di pensare al lavaggio del pavimento, è importante averne cura prevenendo la formazione di macchie e aloni.

Perciò, evitate di mettere sui vostri pavimenti in legno vasi di piante che possano perdere acqua o altre fonti di umidità che possono lasciare antiestetiche macchie sulla superficie del legno.

Inoltre, spazzate con frequenza: a volte, infatti, anche semplici foglie morte che restano sul pavimento in legno per troppo tempo possono lasciare delle macchie.

Per quanto riguarda il lavaggio vero e proprio, invece, anche in questo caso potete mescolare in un secchio d’acqua due bicchieri d’aceto bianco e qualche scaglia di sapone di Marsiglia.

L’azione combinata di queste due sostanze eliminerà lo sporco e donerà lucentezza al legno.

Piastrelle in gres porcellanato

I pavimenti in gres sono molto utilizzati anche per gli esterni, ma si tratta di un materiale particolarmente soggetto alla formazione di macchie e aloni.

Per il lavaggio, potete scegliere un rimedio naturale efficace e facile da preparare.

Prendete due litri d’acqua, aggiungete due cucchiai di bicarbonato di sodio e tre cucchiai di succo di limone. Mescolate e lasciate riposare per qualche minuto.

Poi, utilizzate il composto per il lavaggio, facendo attenzione alle fughe, dove solitamente si accumula più sporco.

Il bicarbonato di sodio, infatti, scioglierà ogni residuo di sporco tra le piastrelle, mentre il succo di limone sgrasserà, disinfetterà e donerà lucentezza.

N.B: evitate l’utilizzo di acidi o sostanze eccessivamente corrosive che possono danneggiare in modo permanente le piastrelle in gres.

Pavimenti in ardesia

Un materiale che riesce a donare agli esterni uno stile unico e accattivante, ma anche molto delicato: l’ardesia.

Lavare i pavimenti in ardesia richiede un po’ di attenzione, ma non è affatto difficile.

Per il suo lavaggio l’ideale è mescolare acqua tiepida con due cucchiai di bicarbonato di sodio, due cucchiai di alcol denaturato e qualche scaglia di sapone di Marsiglia.

Lasciate riposare il composto per qualche minuto, poi procedete al lavaggio con una spugnetta, utilizzando il lato non abrasivo, oppure più comodamente con un panno in microfibra.

N.B: è importante, per il lavaggio dei pavimenti in ardesia, non utilizzare mai prodotti eccessivamente acidi o basici come succo di limone, acido muriatico, aceto o prodotti anticalcare che possono danneggiarlo irreparabilmente.

Altri consigli

State pulendo casa? I rimedi naturali vi aiuteranno per una pulizia profonda, efficace ed… ecologica!

Scopriteli leggendo i nostri articoli:

Gianluca Grimaldi
Nato a Napoli, sono laureato in giurisprudenza. Da sempre sono appassionato di prodotti biologici, del loro utilizzo e di tutto quello che è benessere. Credo che la parola "ecologia" sia sinonimo della parola "futuro".