Come lavare il coprimaterasso con angoli in modo semplice e veloce!

397
come-lavare-coprimaterasso-angoli

I coprimaterassi sono un complemento molto importante per i nostri letti, in quanto aiutano a proteggere il materasso dall’usura, dalla polvere e da batteri.

Sebbene esistano, in commercio, varie tipologie di coprimaterassi, quelli dotati di angoli elasticizzati sono sicuramente i più gettonati.

La presenza degli angoli, infatti, permette di rivestire comodamente il materasso e rende questo tessuto perfettamente adattabile.

Come il resto della biancheria da letto, però, è importante prendersi cura di questo tessuto e lavarlo seguendo alcuni accorgimenti così da non accorciarlo o slabbrarlo.

Vediamo, quindi, insieme come lavare il coprimaterasso elasticizzato con angoli per non rovinarlo e come averlo liscio e “stirato” per un letto in cui verrà voglia di tuffarsi!

N.B Vi consigliamo di consultare sempre le etichette di lavaggio prima di cimentarvi nel lavaggio del coprimaterasso seguendo i nostri rimedi.

Prima di iniziare

Prima di vedere gli ingredienti che possiamo utilizzare per lavare al meglio i nostri coprimaterassi, vediamo insieme due accorgimenti da seguire per mantenerli intatti.

Lavaggio ideale

I coprimaterassi in cotone, spugna, PVC e poliestere, di solito, possono essere lavati a mano o in lavatrice ad una temperatura massima di 30 gradi.

Inoltre, potete anche avviare la centrifuga, purché sia delicata, così da non avere il timore che si possano deformare o stropicciare troppo.

In caso di coprimaterassi in lana merinos, invece, potete sì lavarli in lavatrice a una temperatura massima di 30 gradi, ma non potete utilizzare la centrifuga, in quanto potrebbe portare alla formazione dei pelucchi.

Ovviamente, consultate sempre prima le etichette di lavaggio per valutare la temperatura ottimale.

Frequenza di lavaggio

Per quanto riguarda la frequenza di lavaggio, in realtà, non vi è una regola specifica. Tuttavia, è consigliabile lavarlo ogni 20 giorni o 1 volta al mese, in base alle vostre esigenze.

Ricordatevi, però, che il coprimaterasso assume una funzione molto importante, in quanto protegge il materasso da macchie e da batteri.

Perciò, un lavaggio mensile risulta necessario per dormire in un ambiente più salubre. Al contempo, però, non abusate con i lavaggi troppo frequenti perché potreste consumare il tessuto.

Consigli per il lavaggio

Una volta visto alcuni accorgimenti da seguire per non rovinare il nostro coprimaterasso, vediamo insieme gli ingredienti naturali da utilizzare per il lavaggio!

Sale e bicarbonato

Il primo consiglio che vogliamo darvi consiste nell’utilizzare la combinazione di sale e bicarbonato, efficaci per rimuovere le macchie ostinate e per sbiancare il tessuto.

Questo rimedio è indicato soprattutto per il lavaggio a mano, il quale vi permetterà di lavare il vostro coprimaterasso nel modo più appropriato possibile.

In una bacinella, per ogni litro d’acqua aggiungete 2 cucchiai di sale grosso e 2 cucchiai di bicarbonato.

In alternativa, potete mettere mezzo bicchiere di aceto ogni litro d’acqua.

Aggiungete, poi, i coprimaterassi al suo interno e lasciateli in ammollo per qualche ora o anche tutta la notte. Infine, risciacquateli e lasciateli asciugare all’aria aperta.

Se preferite, dopo questo primo trattamento “a mano”, potete anche procedere con il lavaggio in lavatrice per una pulizia ancora più accurata.

Cremor tartaro

Un altro modo per lavare il vostro coprimaterasso prevede l’utilizzo del cremor tartaro, un agente lievitante molto simile al bicarbonato.

Questo ingrediente, a contatto con l’acqua, svolge un’azione sbiancante e smacchiante molto efficace.

Aggiungete, quindi, una bustina di cremor tartaro in una bacinella contenente acqua e lasciate in ammollo il coprimaterasso per tutta la notte.

Il mattino successivo, procedete, poi, al lavaggio vero e proprio in lavatrice così da rendere più pulito e profumato il vostro tessuto!

Soda in lavatrice

Una volta visto gli ingredienti naturali da utilizzare per il lavaggio o per il “pre-lavaggio” a mano, vediamo insieme come procedere con il lavaggio in lavatrice.

In questo caso, vi consigliamo di utilizzare la soda da bucato, nota anche come Soda Solvay.

Aggiungete, quindi, un cucchiaio di soda da bucato nella vaschetta del detersivo e avviate un ciclo di lavaggio a 30° C.

Questo composto sbiancherà in modo efficace il coprimaterasso senza deformarlo e restringerlo!

Come asciugare

Una volta terminato il ciclo di lavaggio, è ora di lasciare asciugare il nostro coprimaterasso!

Innanzitutto, stendetelo in verticale all’aria aperta, così da permettere alla forza di gravità di “stirarlo” e di ammorbidirlo.

Inoltre, ricordatevi di non esporlo mai alla luce diretta del sole per evitare macchie e ingiallimenti.

Come evitare la stiratura

Nella maggior parte dei casi, la stiratura del coprimaterasso non è necessaria.

Tuttavia, in alcuni casi, tende ad essere così stropicciato che conferisce un aspetto non molto bello al nostro letto.

Per fortuna, però, se seguiamo alcuni accorgimenti, non c’è bisogno di stirarli.

Evitare temperature troppo alte

Innanzitutto, vi ricordiamo di evitare sempre temperature troppo alte durante il ciclo di lavaggio.

L’acqua troppo calda, infatti, non solo potrebbe consumare e deformare il tessuto ma stropicciarlo anche tanto.

Attenetevi, quindi, sempre alle temperature indicate nelle etichette di lavaggio.

Scuoterlo

Subito dopo averlo lavato, estraete il coprimaterasso dalla lavatrice o dalla bacinella e scuotetelo vigorosamente così da rimuovere ogni piega.

Inoltre, accertatevi sempre che sia bagnato e non solo umido. L’acqua, infatti, fa “peso” e permette al coprimaterasso di stare dritto e di non formare pieghe.

Come stirarli

Se, purtroppo, i vostri coprimaterassi risultano troppo stropicciati e l’idea di metterli sul letto così non vi piace, allora vediamo insieme come stirarli!

Innanzitutto, munitevi di ferro a vapore e di un asse da stiro e stirate prima tutta la parte centrale. Terminata questa fase, poi, passate il ferro sulla prima fascia tra angolo e angolo.

Girate, poi, l’angolo e stirate l’altra mezza parte. A questo punto, proseguite con gli altri angoli seguendo sempre lo stesso procedimento.

E voilà: il vostro coprimaterasso è pronto per essere messo sul letto più pulito e fresco che mai!

Altri trucchetti per il bucato

Se il bucato vi dà del filo da torcere, ecco altri trucchetti che vi saranno utili:

Maddy Cimmino
Nata a Napoli, sono laureata in Lingue e comunicazione interculturale. Appassionata di lettura, di musica, di serie tv e di tutto ciò che riguarda la bellezza, la cosmesi naturale, e il benessere green.