Trucchetti facili e veloci per togliere il calcare dal miscelatore della doccia

425
calcare-miscelatore-doccia

Tra tutti gli ambienti di casa, il bagno è forse quello più frequentato dai membri della famiglia. E se si ha una doccia, non si contano il numero di volte in cui la puliamo!

Conteggio a parte, proprio per questo frequente utilizzo, la doccia è soggetta a un enorme quantità di calcare, che si deposita su tutte le sue componenti: soffione, vetri, piastrelle e miscelatore!

Asciugarla quotidianamente ci permette di tenerla sempre come nuova, ma in alcuni il casi le macchie di calcare sembrano avere la meglio!

Vediamo insieme come pulire il miscelatore della doccia e togliere tutto il calcare!

Bicarbonato

Tra i numerosi ingredienti naturali che abbiamo in casa, il bicarbonato è di sicuro quello più usato per la sua versatilità! Oltre alla sua reperibilità, è anche economico ed efficace.

Come posso usarlo?

Se il miscelatore della doccia non ha molto calcare, possiamo diluire 40 gr di bicarbonato in 1 litro d’acqua. Dopo aver sciolto bene, versiamo tutto in uno spruzzino e vaporizziamo la soluzione sul miscelatore o altre componenti in acciaio.

Se le macchie dovessero essere più ostinate, possiamo creare una pasta di bicarbonato e acqua quanto basta. Intingere poi una spugnetta morbida e massaggiare per qualche minuto. Sarebbe meglio non utilizzare la parte abrasiva della spugnetta per evitare di graffiare il miscelatore.

Questa pasta pulente è molto comoda e delicata da utilizzare, soprattutto se il miscelatore è posizionato su una parete di marmo o una superficie delicata.

Altri usi in doccia

Ovviamente gli usi del bicarbonato nella doccia non si limitano soltanto alla pulizia del miscelatore. Vediamo insieme come!

Spruzzino al bicarbonato: la stessa ricetta dello spruzzino al bicarbonato può essere utile come spray multiuso per le piastrelle o per eliminare qualche macchia dal piatto doccia.

Pasta al bicarbonato: se aggiungiamo un cucchiaino di acqua ossigenata al composto cremoso riusciremo a sgrassare a fondo le fughe delle piastrelle e togliere quell’odiatissimo “nero” generato dall’umidità presente nella doccia.

Limone

Fresco, profumato e sgrassate: il limone! Quasi non sembra vero che un frutto così comune possa in realtà facilitarci di molto le faccende di casa.

Come posso usarlo?

Il limone è noto per la sua acidità, riuscendo a sciogliere in modo impeccabile sporco e calcare. Possiamo usarlo in due modi:

  1. Spremendo il succo di un limone, con cui bagneremo la spugnetta e agiremo sulle macchie più ingenti
  2. Tagliando il limone a metà e usandolo come una “spugnetta” naturale sul miscelatore. Così facendo riusciremo anche ad agire in modo più mirato.

E vi dirò di più. Se volete evitare gli sprechi, vi basterà anche solo un limone spremuto!

Altri usi in doccia

Molte di noi sapranno il trucchetto del limone in lavastoviglie. Una volta che l’abbiamo spremuto (magari per condire l’insalata), mettiamolo nella lavastoviglie per profumare!

Ma se vogliamo usarlo nella doccia, possiamo passare la nostra spugna naturale anche sulle macchie di calcare o acqua sui vetri della cabina. In questo modo lasceremo anche un profumo meraviglioso!

Attenzione: tutti i rimedi “acidi”, come il limone, non vanno usati su marmo o pietra naturale.

Acido citrico

Ora passiamo a uno dei metodi più ecologici ed efficaci: l’acido citrico! Pensate che deriva proprio dagli agrumi (e quindi dal limone!) e viene usato non soltanto per le pulizie e il bucato, ma anche per i cosmetici o come conservante!

Come posso usarlo?

Usare l’acido citrico per rimuovere il calcare dal miscelatore della doccia è semplicissimo!

Sciogliete 150 grammi di questo composto in 1 litro d’acqua demineralizzata, meglio ancora se tiepida. Il liquido ottenuto va versato in uno spruzzino e vaporizzato sulla zona da trattare. Anche in questo caso sarebbe meglio evitarlo se le superfici circostanti sono in marmo o pietra naturale.

Altri utilizzi in doccia

L’acido citrico potrebbe essere per voi una reale scoperta! La sua forte azione anticalcare lo rende adatto sia alla pulizia di elementi in acciaio, sia per liberare i fori del soffione dal calcare!

Potreste puoi usarlo come pulivetro naturale, sciogliendone un cucchiaio in 1 litro d’acqua, assieme a un cucchiaino di sapone di Marsiglia liquido o anche un pezzettino di Sapone Giallo.

Mescolate bene tutto e usatelo sui vetri, sentirete il classico “rumore” di pulito!

Inoltre se abbiamo lo scarico della doccia intasato, ci basterà versare una tazza di bicarbonato e successivamente la soluzione di acqua e acido citrico (rispettivamente 1 litro e 150 grammi)! L’azione “frizzosa” libererà in modo meccanico lo scarico ed eliminerà tutti i cattivi odori!

Aceto bianco di alcol

Infine, non dimentichiamoci dell’aceto bianco di alcol, considerato un po’ il “fratello” delle altre tipologie di aceto, ma particolarmente indicato per le pulizie di casa! Personalmente lo preferisco perché l’odore è meno persistente e ciò non esclude affatto la sua efficacia!

Come posso usarlo?

In realtà è semplicissimo usare l’aceto di alcol in casa. Quando le macchie sono molto evidenti, ne verso un po’ sul lato morbido della spugnetta, lo passo sul miscelatore della doccia e risciacquo con un panno in microfibra.

Oppure basta qualche goccia su un panno umido per avere subito il miscelatore molto più lucido! Inoltre possiamo versare 1 bicchiere di aceto in 1 litro d’acqua per avere un spruzzino naturale anticalcare.

Come per l’acido citrico e il limone, anche l’aceto bianco di alcol va evitato sul marmo e pietra naturale, poiché potrebbe opacizzarne le superfici.

Altri usi in doccia

Se parliamo dell’aceto bianco di alcol, possiamo davvero utilizzarlo in mille e più modi!

Uno dei miei preferiti è di sicuro per i vetri della doccia! Se si ha l’acqua molto calcarea può risultare difficile rimuovere quelle goccioline d’acqua incrostate! Ecco perché possiamo realizzare uno spruzzino di acqua e aceto in parti uguali per pulire i vetri della doccia.

Oppure metterne un pochino su una spugna per le macchie un po’ restie ad andare via!

La stessa cosa vale per il soffione della doccia.

Se riempiano un sacchetto di plastica con dell’aceto e lo fissiamo al soffione con un elastico, possiamo pulirlo in modo profondo senza doverlo smontare!

C’è inoltre chi utilizza bicarbonato e aceto per liberare lo scarico della doccia. Ciò è possibile e anche efficace, ma sarebbe sempre meglio prediligere l’acido citrico in quanto è totalmente innocuo ed ecologico per l’ambiente!

Avvertenze

Indipendentemente dal metodo che vorrete utilizzare per la pulizia di miscelatore o altre componenti della doccia, è meglio sempre provare prima in un angolino nascosto per verificare la tollerabilità della superficie.

Pulizia Bagno? No problem!

Se il bagno è la vostra gatta da pelare e cercate dei metodi naturali e casalinghi per tenerlo sempre pulito, ecco come potete fare:

Laureata in Lingue, Lettere e Culture comparate presso l’Università degli studi di Napoli “L’Orientale”. Con la danza nel cuore e nell’anima, resto affascinata da ogni forma d’arte. Divoratrice di libri e musica e da sempre appassionata di benessere, cosmetica bio e rimedi naturali.