Una buona Pasqua dalla A alla Z

147
uova pasqua

La Pasqua si avvicina ma quali sono i piatti, gli oggetti e le tradizioni che non possono mancare per festeggiare al meglio questa festa?

A come auguri, di passare una giornata felice e serena insieme ai vostri cari!.

B come barbecue, la classica grigliata per il giorno di Pasquetta da fare in compagnia, possibilmente in campagna. All’apparenza semplice la cottura su brace ha bisogno di attenzioni per evitare che si sprigionino sostanze dannose.

C come colomba, il dolce simbolo della Pasqua, che si apprezza ancor di più se farcita o accompagnata da crema; e come cioccolato, sotto forma di uova, galline, coniglietti ed ovetti di tutti i gusti.

D come dieta, intesa come dieta di preparazione a Pasqua, per affrontare il pranzo della festa con meno sensi di colpa, ma anche dieta disintossicante e depurativa per purificare l’organismo nei giorni successivi.

E come esperimenti in cucina per proporre nuove ricette con cui stupire amici e parenti, da affiancare ai piatti della tradizione o per mettere a punto un menù nuovo ed alternativo.

F come frutta, immancabile per terminare il pasto e rinfrescarsi con una macedonia mista o con una fragolata.

G come gelato da utilizzare per farcire la classica colomba o per proporre una macedonia più ricca. Se la colomba non è proprio tra i dolci preferiti ma simbolicamente non la vuoi far mancare sulla tavola di Pasqua puoi anche optare per una torta gelato a forma di colomba, preparata da molte gelaterie.

H come Happy Easter!

I come idee per Pasqua e Pasquetta: per non ripetersi rispetto all’anno precedente o per la voglia di cambiare si è sempre alla ricerca di consigli e idee per le decorazioni, per il menù del pranzo, sulle mete per un viaggio romantico o con i bambini, per un regalo originale che non sia il classico uovo.

L come liquore digestivo (o amaro) dal limoncello a quello a base di erbe digestive come anice, rabarbaro, salvia da sorseggiare a fine pasto per aiutare la digestione, messa a dura prova dal pranzo pasquale.

M come meteo con annessi riti scaramantici per scongiurare il mal tempo che potrebbe rovinare i piani per una Pasquetta fuori casa.

N come “Natale con i tuoi e Pasqua con chi vuoi“, il famoso detto popolare che si ricollega alla tradizione di trascorrere le festività natalizie in famiglia e quelle pasquali con amici o in viaggio.

O come ornamenti per la tavola di Pasqua con fiori e uova decorate da usare per creare delle composizioni per il centrotavola o da usare come segnaposto. Per un pensiero dolce dedicato ai tuoi invitati poi anche utilizzare ovetti, coniglietti o gallinelle di cioccolata da far trovar sul o accanto al tovagliolo.

P come pastiera napoletana, il dolce tipico pasquale della tradizione campana a base di pasta frolla, grano e ricotta e caratterizzata dall’inconfondibile profumo di fiori d’arancio.

Q come quantità: la tavola delle feste è ricca di pietanze, alcune tradizionali attese per tutto l’anno; il segreto per godere a pieno della Pasqua e dei piaceri della tavola è di mangiare tutto ma con moderazione così da non sentirsi oltremodo appesantiti e non avere brutte sorprese sulla bilancia.

R come  riciclo: dagli avanzi del pranzo pasquale che diventano il pranzo/cena dei giorni successivi, alla colomba o al cioccolato delle uova di Pasqua che può essere utilizzato per preparare una mousse, una fonduta di frutta o per glassare una torta.

S come sorpresa dell’uovo: dal giochino più stupido all’oggettino inutile che però tutti hanno la curiosità di scoprire alla sorpresa personalizza per stupire chi si ama grazie al servizio offerto da molti laboratori di pasticceria.

T come torta salata, tra cui spicca la torta pasqualina con erbe e uova buona anche per la scampagnata di Pasquetta.

U come uova decorate, un’occasione per coinvolgere i più piccoli ed entrare nel clima di festa, da poter riutilizzare come centrotavola o segnaposto.

V come verdure, ideali per un menù di pasqua vegetariano con primi come lasagne alle verdure o pasta fresca ripiena di ricotta e spinaci, frittata di uova e asparagi, uova ripiene di tonno, sformato di carciofi e patate.

Z come zuccheri, tra i principali responsabili delle abbuffate festive, in grado di innescare un circolo vizioso per cui più se ne mangiano e più se ne sente il bisogno.