Come sbiancare i panni quando si macchiano con l’abbronzatura?

223
macchie-di-abbronzatura

In estate, facciamo tanto per ottenere la tintarella tanto desiderata, per poi vederla svanire sempre di più nel giro di pochi giorni o settimane.

Per non parlare, poi, del fatto che l’abbronzatura tende ad “attaccarsi” sui nostri vestiti, macchiandoli e ingiallendoli, facendoli risultare, così, sporchi.

Perciò, a tal proposito, oggi vedremo come sbiancare i panni macchiati e ingialliti dall’abbronzatura, utilizzando solo rimedi naturali e casalinghi!  

Bicarbonato

Il primo rimedio che vogliamo consigliarvi è il bicarbonato di sodio, un ingrediente molto noto proprio per le sue proprietà sbiancanti e sgrassanti.

Mettete, quindi, in ammollo il capo ingiallito dall’abbronzatura in una bacinella contenente acqua fredda e 2 cucchiai di bicarbonato. Lasciate agire per un po’, dopodiché procedete al comune lavaggio.

In caso, però, la macchia di sporco sia più ostinata, mescolate 5 cucchiai di bicarbonato e mezza tazza di acqua e versate, poi, la soluzione così ottenuta direttamente sulla macchia. Dopodiché, strofinate delicatamente e lasciate agire per circa mezz’ora.

Infine, risciacquate il capo e lavatelo in acqua fredda: sarà bianco come se fosse nuovo!

N.B Vi ricordiamo di non strofinare troppo perché il potere leggermente abrasivo del bicarbonato potrebbe danneggiare il tessuto.

Aceto

Un altro rimedio della nonna molto efficace per sbiancare a fondo i capi macchiati e ingialliti consiste nell’utilizzare l’aceto bianco, un ingrediente in grado di ravvivare il candore dei capi bianchi.

Versate, quindi, 1 bicchiere di aceto bianco in una bacinella piena d’acqua calda e immergete, poi, i vostri capi. Lasciateli in ammollo per qualche ora o anche per tutta la notte, dopodiché procedete con il comune lavaggio.

I vostri vestiti saranno bianchi splendenti!

Acido citrico

In alternativa all’aceto, potete anche utilizzare l’acido citrico, un ingrediente più ecologico dell’aceto che vanta proprietà pulenti e sbiancanti.

Lasciate sciogliere, quindi, 150 grammi di acido citrico in una bacinella contenente un litro di acqua. A questo punto, immergete all’interno della bacinella il capo da sbiancare e lasciatelo in ammollo per qualche ora.

Risciacquatelo, lasciatelo asciugare e il gioco è fatto!

Succo di limone

Una volta menzionati l’aceto e il bicarbonato, come si può non parlare del limone? Questo agrume dal profumo fresco e dalle proprietà sgrassanti, infatti, è una valida alternativa a tutti gli sbiancanti disponibili in commercio.

Per sbiancare a fondo i vostri capi, prendete, quindi, il succo di 10 limoni e versatelo all’interno di un secchio che contiene circa 3 litri di acqua calda.

Aggiungete, poi, 2 bicchieri di sale fino da cucina e mescolate tutti gli ingredienti. A questo punto, immergete i vostri capi nella soluzione così ottenuta e lasciateli in ammollo per tutta la notte.

Infine, risciacquate e procedete al comune lavaggio a mano o in lavatrice. 

Percarbonato di sodio

Oltre al bicarbonato, è molto efficace anche il percarbonato di sodio, un ingrediente ecologico utile per avere un bucato più bianco senza l’utilizzo della candeggina.

Il percarbonato si attiva ad alte temperature e potete utilizzarlo sia a mano che in lavatrice.

Per il lavaggio a mano, seguite il dosaggio indicato sulla confezione in base alla quantità di acqua che userete. Lasciate, poi, in ammollo i capi anche per un’intera notte e al mattino risciacquateli.

Per il lavaggio in lavatrice, invece, vi basterà 1 misurino da aggiungere direttamente nel cestello, come additivo.

N.B Il percarbonato è indicato sia per i panni bianchi che per quelli colorati, ma bisogna evitarne l’utilizzo per tessuti in microfibra, rayon, lana e seta. Inoltre, è consigliabile usare sempre i guanti.

Cremor tartaro

Forse non tutte conosceranno questo ingrediente, eppure il cremor tartaro è un agente lievitante molto efficace per sbiancare i tessuti e rimuovere le macchie.

Tutto ciò che dovrete fare è versare una bustina di cremor tartaro in una bacinella contenente acqua calda.

Immergete, poi, i capi macchiati nella miscela così ottenuta e lasciateli in ammollo per qualche ora. Per un effetto più efficace, potete anche lasciarli in ammollo per tutta la notte.

Infine, risciacquate e procedete al normale lavaggio.

Avvertenze

I nostri rimedi sono delicati e non aggressivi. Tuttavia, vi consigliamo di consultare sempre le etichette di lavaggio per essere certi di non danneggiare i vostri capi.

Trucchetti di pulizia!

Se siete alle prese con le pulizie domestiche, eccovi alcuni trucchetti che possono fare al caso vostro:

Nata a Napoli, sono laureata in Lingue e comunicazione interculturale. Appassionata di lettura, di musica, di serie tv e di tutto ciò che riguarda la bellezza, la cosmesi naturale, e il benessere green.