I 10 migliori ingredienti naturali per pulire tutta la casa!

581
pulire-casa-metodi-casalinghi

Avere un ambiente domestico pulito e salubre non è solo una scelta, ma una necessità! Anche se delle volte può essere faticoso, non c’è niente di meglio che godersi una casa che risplende!

Pavimenti, finestre, elettrodomestici e molto altro vanno periodicamente puliti, sia perché sono soggetti allo sporco ma anche all’accumulo di polvere!

Numerosi prodotti commerciali non contengono spesso sostanze che fanno bene a noi e all’ambiente, ecco perché sempre più persone amano utilizzare rimedi naturali e metodi casalinghi per pulire la casa!

Oggi vogliamo proporvi una vera e propria classifica, la Top 10 degli ingredienti naturali migliori per pulire tutta la casa!

Iniziamo!

Acido citrico

Uno dei primi rimedi che non possono mai mancare se vuoi pulire la casa in modo ecologico è l’acido citrico.

Questo composto derivante dagli agrumi è un vero portento! Ha proprietà detergenti e anticalcare e con il suo costo irrisorio, fa bene all’ambiente e al portafoglio!

La dose giusta per tutto!

L’acido citrico si presenta sotto forma di polvere bianca. In genere, si fanno sciogliere 150 grammi in un litro d’acqua demineralizzata, meglio se tiepida così si scioglie prima.

Dopodiché il prodotto è pronto per svariati utilizzi! Potete conservarlo in una vecchia bottiglia di detersivo (pulita e asciugata per bene). In questo modo si evitano gli sprechi e favoriamo il riutilizzo.

Ora vediamo i principali utilizzi, con la stessa ricetta!

Dove usarlo

Se ti stai chiedendo dove poter usare l’acido citrico per la tua casa, la riposta sarà davvero soddisfacente!

Come brillantante per la lavastoviglie. L’acido citrico può aiutarci a far brillare i nostri bicchieri senza l’ausilio di detersivi chimici. Basta 1 tazzina da caffè nell’apposito scomparto per avere un lavaggio perfetto!

Per i lavaggi a vuoto. Come abbiamo accennato, l’acido citrico ha potenti proprietà anticalcare, ottime per la lavatrice e la lavastoviglie. Versate l’intero contenuto della soluzione nel cestello della lavatrice (o all’interno della lavastoviglie) e fate partire un lavaggio ad alte temperature.
Torneranno come nuove!

Per il calcare incrostato. Se in bagno o in cucina i rubinetti in acciaio presentano delle macchie di calcare, puoi versare la soluzione all’acido citrico in uno spruzzino e vaporizzare il tutto sulle macchie.

Come ammorbidente. Sapevi che l’acido citrico è l’ammorbidente naturale per eccellenza? Ti basta versare 100 ml nel cassetto della lavatrice per avere panni morbidissimi!

Attenzione: l’acido citrico non va usate sul marmo o la pietra naturale.

Aceto

Passiamo ora al rimedio della nonna per eccellenza: l’aceto. Da sempre sulle nostre tavole, può essere un validissimo alleato per le pulizie domestiche. Non importa quale abbiate in casa, sono tutti ottimi per pulire!

Per i vetri

Sicuramente tua nonna ti avrà dato questo consiglio almeno una volta! Come l’acido citrico, l’aceto elimina efficacemente il calcare e gli aloni. Inoltre svolge una potente azione sgrassante.

La sua versatilità lo rende ottimo per ogni tipo di vetro, sia quelli della doccia che quelli delle finestre! Si tratta di una ricetta facilissima e veloce!

Ti basta versare 100 ml di aceto in 1 litro d’acqua e versare tutto in un contenitore spray. Applica la soluzione sui vetri e asciuga tutto con il panno in microfibra, noterai che saranno splendenti!

Calcare

Come abbiamo accennato, l’aceto è uno die più potenti anticalcare che trovi in un semplice supermercato e a un prezzo irrisorio.

Se hai aloni sul tuo piano cottura in acciaio o devi eliminare il calcare il generale, ti basta versare un po’ di aceto bianco su un panno in microfibra umido e passarlo sui fornelli!

Cattivi odori addio!

In cucina quando prepariamo dei piatti particolari il cattivo odore può persistere, soprattutto quando friggiamo!

Per eliminare l’odore di fritto, ti spiego un metodo semplicissimo: riempi un bicchiere di aceto e lascialo al centro del piano cottura.

L’aceto svolge un’azione assorbente, catturando tutti i cattivi odori provenienti anche dalla cappa! Se non gradisci il suo odore, puoi usare l’aceto bianco di alcol, che è meno persistente.

Pavimenti

Ebbene sì! L’aceto bianco è un ottimo ingrediente casalinghi per pulire alcune tipologie di pavimenti!

Il più noto e indicato a tale scopo è di sicuro il cotto. Pregiato e accogliente può essere soggetto a polvere e macchie di grasso. In questi casi, niente di meglio dell’aceto per sgrassarlo e lucidarlo!

E non è finita qui: anche il parquet verniciato può essere pulito con del semplice aceto. Ne basta 1/4 in un secchio d’acqua per farlo tornare come nuovo.

Ma attenzione: l’aceto non va utilizzato sul marmo o la pietra naturale, poiché potrebbe opacizzarli.

Sapone di Marsiglia

Tra i rimedi casalinghi, non dovrebbe mai mancare a casa nostra dell’ottimo Sapone di Marsiglia. Quando è di buona qualità, contiene almeno il 72% di ingredienti naturali. Infatti non manca chi lo utilizza anche per l’igiene personale!

Puoi usarlo un po’ per tutto:

  • Come detersivo per i pavimenti: aggiungendo 1-2 cucchiai di sapone in scaglie in 1 secchio d’acqua pulirai in modo efficaci i pavimenti.
  • Per il bucato: non può mancare l’utilizzo più noto. Che sia usato come pre-trattante o come rimedio per il bucato ha un forte potere smacchiante, senza rovinare i capi.
  • Per fare uno spray multiuso: in mezzo litro d’acqua bollente, aggiungete un paio di cucchiai di sapone insieme a qualche goccia di olio essenziale di tea tre. Sarà uno spray non solo pulente ma anche igienizzante!

Limone

Ci sono alcuni alimenti che si prestano a notevoli utilizzi, un esempio è proprio il limone! Le sue proprietà benefiche le conosciamo benissimo: è un antibatterico, sgrassante e antiodore. Poi rilascia un profumo meraviglioso!

Vediamo i principali utilizzi!

Per pulire i taglieri

I taglieri sono degli accessori indispensabili in casa, ma possono con il tempo catturare sporco e batteri! Per non parlare di quegli odori forti (come quello di cipolla) che non se ne vogliono proprio andare!

Se il tagliere è in legno, possiamo agire così: cospargiamo il tagliere con del sale (grosso o fino non importa) e usiamo mezzo limone per massaggiare tutta la superficie. È come uno scrub e il nostro limone farà da spugnetta sgrassante.

Se il tagliere è in plastica possiamo usare lo stesso metodo, sostituendo il sale con il bicarbonato, che ha un effetto sbiancante!

Per non sprecare nulla, possiamo usare anche un limone già spremuto.

Per assorbire i cattivi odori

Il limone, come abbiamo detto, non solo è un mangia-odori, ma aiuta a profumare naturalmente la casa!

Quando spremiamo un limone, non gettiamolo, ma mettiamolo in lavastoviglie: in questo modo possiamo sgrassare meglio i piatti e profumarli durante il lavaggio.

Allo stesso modo possiamo usarlo in frigo se ha cattivi odori: basta appoggiarne metà in un piattino e il gioco è fatto!

Piastra del ferro bruciata

È antiestetico e noioso trovare la piastra del ferro da stiro bruciata! Può capitare per tanti motivi e se non lo puliamo, rischiamo di trasferire lo sporco sui vestiti che andremo a stirare!

Ma in questo il limone ci aiuta sempre. Facciamo riscaldare appena il ferro, staccando poi la spina. Passiamo poi mezzo limone su tutta la superficie e noteremo che lo sporco andrà via in un attimo.

Se dovesse essere molto incrostato, basterà passare una spugnetta imbevuta di aceto.

Bicarbonato

Accanto a tutti i rimedi di cui abbiamo parlato, non può mai mancare il classico e fedele bicarbonato di sodio!

Per lavare “a secco”

Il bicarbonato serve un pochino a tutto. Ha proprietà pulenti e smacchianti, inoltre è ottimo contro gli acari della polvere. Tant’è vero che molto spesso lo utilizziamo per lavare a secco ciò che non è sfoderabile o non può essere lavato in lavatrice.

In particolare:

  • per i materassi: cospargiamo il bicarbonato con il tea tree oil per un effetto antifungino. Con una spazzola massaggiamo la superficie e lasciamo riposare per qualche ora. Passare l’aspirapolvere e ripetere l’operazione dall’altro lato del materasso;
  • per i tappeti grandi: anche in questo caso possiamo cospargere il tutto con del bicarbonato, per poi distribuire la polvere bianca con una spazzola.
    Possiamo lasciar riposare anche per tutta la notte, poi aspiriamo il tutto.
  • lo stesso metodo è comodo anche per i divani!

In lavatrice

Il bicarbonato è spesso utilizzato anche in lavatrice! Ti basta metterne un cucchiaio ad ogni lavaggio per eliminare i cattivi odori.

Poi può essere di valido aiuto per panni più bianchi: la sua azione abrasiva contribuisce ad eliminare lo sporco con molta più facilità!

Per i cattivi odori

Il bicarbonato è noto per la sua azione assorbente, soprattutto quando si tratta di cattivi odori!

Basta metterlo nelle scarpe, alla base della pattumiera o un po’ in frigorifero per eliminare gli odori sgradevoli in modo economico.

Per piastrelle e fughe

Se le fughe sono annerite e c’è bisogno di sgrassare le piastrelle di bagno e cucina, possiamo creare una pasta pulente semplicissima!

In una ciotola, mescola bicarbonato e acqua quanto basta per creare una pasta cremosa. Potete sostituire l’acqua con l’acqua ossigenata, se le piastrelle sono bianche.

Basta applicarla e strofinare delicatamente con uno spazzolino, rimuovere l’eccesso e risciacquare.

Percarbonato

Ritornando all’argomento bucato, molto spesso possiamo trovare degli asciugamani o lenzuola ingialliti dal tempo. Per non parlare di alcune macchie antiestetiche o sporco ostinato.

In aiuto possiamo utilizzare il percarbonato di sodio, che potremmo considerare come un cugino del bicarbonato ed è un ottimo metodo per sbiancare senza candeggina.

Questo composto si attiva ad alte temperature, con almeno 50°. In una bacinella (o anche in lavatrice) mettiamo il bucato da sbiancare con l’acqua calda. Poi aggiungiamo il percarbonato di sodio (la quantità in base alle indicazioni sulla confezione).

Bisogna lasciare tutto in ammollo per almeno 20/30 minuti. Per le macchie ostinate anche tutta la notte.

Attenzione: il percarbonato non va confuso con il perborato. Indossate sempre i guanti quando lo utilizzate e non usatelo su rayon, seta, lana e microfibra.

Acqua ossigenata

Spesso l’acqua ossigenata (o perossido di idrogeno) la teniamo in casa per disinfettare piccole ferite. Ma non tutti sanno che è ottima anche nella pulizia della casa!

Infatti ha la capacità di sbiancare tessuti e superfici, sostituendo la candeggina. Non a caso non andrebbe utilizzata su tessuti colorati.

Se ci sono macchie sui materassi o sui capi bianchi, possiamo metterne un po’ su un batuffolo di cotone e tamponare delicatamente. Allo stesso modo può essere utilizzata in lavastoviglie, per sanificare in modo ecologico.

Ecco tutti gli utilizzi dell’acqua ossigenata!

Sale

Una piccola attenzione va rivolta all’utilizzo del sale o, ancora meglio, del sale grosso.

Addio umidità!

Conosciamo il sale come un assorbente naturale e può essere un valido alleato in caso di puzza di muffa o umidità in casa.

Il procedimento è semplicissimo. Mettere un bicchiere o una ciotola negli angoli della casa che trovi più umide e poggiamoci un colino con del sale grosso.

Il suo potere assorbente renderà la stanza meno umida in modo del tutto naturale. Se non vuoi usare il colino, puoi anche mettere il sale in un vasetto e sostituirlo ogni 4-5 giorni.

Per lo scarico del lavandino

Diciamocelo, un lavandino intasato e puzzolente non piace a nessuno! Ma con un po’ di sale possiamo davvero risolvere questo impaccio!

Per sturare il lavandino, mescoliamo bicarbonato e sale in parti uguali e versiamoli tutti nello scarico. Nel frattempo avremo portato a bollore 1 litro d’acqua.

Facendo attenzione a non scottarci, versiamo il tutto nello scarico e lasciamo agire per qualche ora, dopodiché occorre far scorrere l’acqua!

L’azione del bicarbonato combinata con il sale faranno tornare le tubature come nuove!

Alcol denaturato

Se in casa avete dell’alcol denaturato, sappi che è indispensabile in casa! Nonostante non sia un rimedio naturale, è totalmente ecologico ed evapora velocemente, anche se non ha un odore proprio piacevole!

Proprio per questo diluendolo in acqua è ottimo per la pulizia di molte superfici, svolgendo un’azione pulente e igienizzante.

Se in una bacinella d’acqua, per esempio, mescoliamo 5 cucchiai di alcol, possiamo pulire e lucidare i mobili in legno in modo impeccabile.

Inoltre se hai un pavimento in gres o in cotto, l’alcol è un ingrediente fondamentale per lavarli senza usare detersivi chimici! Ecco tutte le ricette!

Riso

Il riso è un alimento indispensabile per tutta la popolazione mondiale, ma è un trucchetto del tutto naturale per alcune pulizie di casa!

Per esempio, se mettiamo una manciata di riso nelle oliere o nelle bottiglie, possiamo pulirle in modo profondo eliminando ogni traccia di vino o di olio ostinato.

Oppure: come il sale, anche il riso ha proprietà assorbenti. Possiamo metterne un po’ in una ciotola per assorbire l’umidità delle stanze.

Oppure metterne un pochino in un sacchetto insieme a dell’olio essenziale di lavanda per evitare l’odore di muffa negli armadi e profumarli naturalmente.

Ma non è finita qui! Se cuociamo del riso, non buttiamo l’acqua: può essere riutilizzata come detergente anticalcare, un po’ come l’aceto. Ecco degli approfondimenti su come usare l’acqua del riso per pulire!

Avvertenze

Abbiamo viso insieme i 10 migliori ingredienti naturali e casalinghi per pulire tutta la casa. Ma prima di usarli, assicuratevi di poterli utilizzare sulle superfici di casa vostra, in base alle indicazioni di produzione.

Laureata in Lingue, Lettere e Culture comparate presso l’Università degli studi di Napoli “L’Orientale”. Con la danza nel cuore e nell’anima, resto affascinata da ogni forma d’arte. Divoratrice di libri e musica e da sempre appassionata di benessere, cosmetica bio e rimedi naturali.